TRASIMENO VINI DA VIVERE

IL LAGO
È SOLO L'INIZIO

Il Lago Trasimeno è un incrocio di vie. Terra di confine, è uno scrigno di bellezza. Dall’arte alla tavola, il viaggio è lungo, mettetevi comodi.

Il Lago Trasimeno, situato nella parte nord-occidentale dell’Umbria, al confine con la Toscana, è un vero e proprio paradiso naturale. Quarto lago d’Italia per dimensioni, è la meta ideale per un soggiorno indimenticabile tra cantine e paesaggi mozzafiato.

I percorsi enogastronomici si snodano in un territorio ricco di storia, arte, natura e tradizioni. La Strada del Vino Colli del Trasimeno è un invito al viaggio lungo una terra di vigne e oliveti, che permette di scoprire i suggestivi borghi di Castiglione del Lago, Città della Pieve, Passignano, Tuoro, Panicale, Paciano, Piegaro, Magione e Corciano.

La posizione strategica del lago consente di raggiungere in poco tempo le più belle città dell’Umbria e della Toscana, come Gubbio, Assisi, Perugia, Orvieto, Spoleto, Cortona, Siena e Montepulciano.

Lago Trasimeno: spunti per un week end enogastronomico

In questa antica terra di uva e di ulivi, la vita scorre ancora lentamente nell’incanto e nel racconto delle piccole cose: chiese, piazzette, botteghe, vicoli che sfidano il tempo, casolari spari, torri e campanili. Ad ogni stagione la sua suggestione, ad ogni grappolo il suo colore.
Il percorso dei sensi di questa Strada del Vino ci porta anche nelle terre del Perugino, Pietro Vannucci, il “divin pittore” che del Lago Trasimeno fu il migliore interprete, consegnandolo con le sue tele all’eternità.

Oggi il Trasimeno è una destinazione ideale non solo per chi sa apprezzare i suoi meravigliosi paesaggi, le tradizioni e l’enogastronomia umbra, ma anche per chi vuole vivere le numerose esperienze proposte nel territorio, selezionate anche nel sito di Experience Trasimeno, in cui trovare attività per tutti i gusti e tutte le età, per un vero e proprio viaggio di gusto e di emozioni.

Trasimeno_territorio

TRASIMENO: PERCORSI ENOTURISTICI

Castiglione del Lago

Castiglione del Lago sorge su un promontorio sul lato occidentale del Lago. Angoli tranquilli e suggestivi si alternano a scorci di rara bellezza. Il centro storico è circondato dalle mura medievali con le tre porte Fiorentina, Senese e Perugina. Notevole la Rocca del Leone, uno degli esempi più interessanti di architettura militare umbra del Medioevo: realizzata nel 1247 a forma di pentagono irregolare, è dominata dal mastio triangolare alto quasi 30 metri. Il cammino di ronda offre una splendida visuale sul lago, mentre il vasto spazio interno è oggi utilizzato come anfiteatro naturale per spettacoli musicali e culturali.

Altro edificio di grande pregio artistico è il cinquecentesco Palazzo Ducale o della Corgna: i suoi interni, riccamente affrescati dal Pomarancio con scene mitologiche e imprese del capitano di ventura Ascanio della Corgna, sono uno dei migliori esempi della pittura manierista della regione.

 

CANTINE DA VISITARE

  • All Work
  • /Gallery
  • /News

Tra Tuoro e Castiglione del lago

TUORO: Tuoro è situata sulla sponda settentrionale del Lago Trasimeno. Le sue campagne e le sue colline furono teatro della storica Battaglia del Trasimeno del 217 a.C., da approfondire nel locale Museo di Annibale e lungo le tappe del percorso annibalico che ricostruiscono le fasi salienti della disfatta dell’esercito romano contro i cartaginesi.
Scendendo verso il lago, nei pressi del Lido di Tuoro, si ammira il Campo del Sole, un museo a cielo aperto che ospita 27 grandi sculture a colonna realizzate in pietra arenaria da famosi artisti italiani e stranieri: le opere, disposte a spirale con al centro una tavola sormontata da un simbolo solare, hanno l’aspetto di moderni totem.

CANTINE DA VISITARE:

  • All Work
  • /Gallery
  • /News

TRA PASSIGNANO E MAGIONE

PASSIGNANO: Passignano, pochi km più a est, conserva ancora intatto il suo fascino di antico villaggio di pescatori. Conteso da importanti famiglie storiche, del suo nobile passato resta testimonianza nella rocca, nelle torri, nelle mura difensive e nel dedalo dei suoi suggestivi vicoli medievali. Tra i numerosi edifici storici da ricordare, ci sono l’antica Pieve di San Cristoforo, risalente al X secolo, e il cinquecentesco Santuario dell’Oliveto. Da Passignano vale la pena salire per qualche chilometro fino a raggiungere il borgo di Castel Rigone, da cui si può godere di uno dei più bei panorami sul Lago Trasimeno.

MAGIONE: Posta all’incrocio delle antiche strade tra Perugia, Chiusi e il Lago Trasimeno, Magione trae origine dall’antica località di Villa di Pian di Carpine, passaggio obbligato per tutti i pellegrini diretti a Roma o a Santiago, lungo il percorso della vicina Via Francigena.

Per assisterli, i Cavalieri di Malta fondarono un ricovero chiamato “La Magione di Pian del Carpine”, il cui nome si estese poi a tutto l’abitato. Nei secoli successivi, la struttura venne trasformata in quello che oggi è conosciuto come il Castello dei Cavalieri di Malta, all’interno del quale, nel 1502, fu ordita la congiura contro Cesare Borgia, figlio naturale di Papa Alessandro VI. Numerosi sono i villaggi e i castelli medievali che si possono intravedere o visitare nei dintorni di Magione, tra cui Montecolognola, San Savino, Monte del Lago e San Feliciano con il suo Museo della Pesca, tutti affacciati sul Trasimeno.

CANTINE DA VISITARE

  • All Work
  • /Gallery
  • /News

Tra Città della Pieve e Piegaro

CITTÀ DELLA PIEVE: Ricco di testimonianze storico-artistiche uniche, il borgo è rinomato soprattutto per il suo eccellente zafferano e per essere la città natale del pittore Pietro Vannucci, detto “il Perugino”.

Il centro storico mantiene l’impianto urbanistico originario tipicamente medievale sul quale si sono innestati elementi architettonici di gusto rinascimentale, barocco, rococò e neoclassico, che evidenziano la vitalità artistica della città. Da visitare, la Cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio e l’Oratorio di Santa Maria dei Bianchi, dove si trova la straordinaria “Adorazione dei Magi” del Perugino. Fuori dalle mura cittadine, merita una visita anche la chiesa di Santa Maria dei Servi, con l’affresco del Perugino raffigurante la Deposizione dalla Croce. La curiosità più particolare di Città della Pieve è sicuramente il “vicolo Baciadonne”, considerato uno dei vicoli più stretti d’Italia.

PIEGARO: Nel centro storico del borgo sono interessanti da vedere il Museo del Vetro, situato in un’antica vetreria, la Chiesa di San Silvestro Papa, la Chiesa della Madonna della Crocetta, con una statua lignea dell’Ecce Homo, e Palazzo Misciatelli-Pallavicini.

Nei dintorni, Piegaro offre interessanti opportunità di visita, grazie ai suoi numerosi piccoli borghi medievali: Castiglion Fosco, con la particolare torre a forma cilindrica; Cibottola, con il suo Castello, la torre eptagonale e la Chiesa di San Fortunato; Gaiche, con il Castello, la Chiesa di San Lorenzo e l’Oratorio di San Bernardino; Greppolischieto, con la Chiesina di San Lorenzo; Pietrafitta, con il suo lago, l’Abbazia dei Sette Frati, la Chiesa della Madonna del Fosso e il Museo Paleontologico Luigi Boldrini, che conserva reperti di vertebrati fossili rinvenuti negli antichi locali giacimenti di lignite.

CANTINE DA VISITARE

  • All Work
  • /Gallery
  • /News

Tra Panicale e Paciano

PANICALE: Terrazza naturale sul lago Trasimeno, terra natale di artisti e condottieri, è uno dei Borghi più belli d’Italia. Il centro storico ha mantenuto intatto l’impianto tipicamente medievale. Tra le due porte d’accesso, ci sono tre piazze su tre livelli diversi: in quella più in basso si trova la fontana quattrocentesca, nella seconda l’imponente Collegiata di San Michele, ottimo esempio del barocco umbro, e nella terza, più in alto, il Palazzo del Podestà, il cuore del potere politico.

Tra i luoghi di maggior pregio artistico, non vanno dimenticati il Museo del Tulle, la Chiesa di San Sebastiano, che conserva due tra i più importanti affreschi di tutta l’Umbria, e il Teatro Cesare Caporali, uno dei più piccoli della regione, interamente realizzato in legno e decorato con stucchi dorati e festoni dipinti.

PACIANO: il centro storico, racchiuso da una cinta muraria trecentesca con torri e tre porte di accesso, mantiene intatto l’aspetto di borgo medievale. Del castello più antico rimane una torre, detta Torre d’Orlando, mentre tra le opere architettoniche spiccano la Rocca Buitoni e Palazzo Baldeschi, sede del Museo Banca della Memoria del Trasimeno, archivio virtuale di memorie e patrimoni culturali collettivi.


CANTINE DA VISITARE

  • All Work
  • /Gallery
  • /News

CORCIANO

A pochi chilometri di distanza, in direzione di Perugia, un’alta cinta muraria racchiude l’antico castello medievale di Corciano, ricco di testimonianze storiche e di opere d’arte. Al suo interno si susseguono vicoli, scalinate, palazzi, torri, giardini, chiese e campanili.

Da non perdere, nel centro storico, il torrione di porta Santa Maria, la centrale piazza Coragino con un bel pozzo del ‘500, il palazzo del Capitano del Popolo e il palazzo dei Priori, la chiesa di Santa Maria Assunta al cui interno si trovano la tavola dell’Assunta del Perugino (1513) e il Gonfalone di Benedetto Bonfigli dipinto nel 1472, l’Antiquarium, il Museo della Casa contadina e il Museo della Pievania.
Il territorio di Corciano offre un patrimonio naturalistico di interesse comunitario: dal borgo storico si gode di un vasto panorama che spazia dalle verdeggianti pendici di Monte Malbe, Monte Tezio e Monte Acuto.

CANTINE DA VISITARE

  • All Work
  • /Gallery
  • /News

LE ISOLE DEL LAGO

Da San Feliciano, Passignano e Castiglione, in pochi minuti di traghetto è possibile raggiungere due perle del lago: Isola Maggiore e l’Isola Polvese.  La Maggiore è la più ricca di luoghi d’arte e conserva ancora oggi la sua atmosfera da tipico villaggio di pescatori del ‘400. Caratteristica dell’isola è la produzione artigianale di pizzo d’Irlanda. Molte le attrazioni da visitare, tra cui il Castello Marchesi Guglielmi, la Chiesa di San Michele Arcangelo, il mulino a vento, il Museo del Merletto, il Palazzo del Capitano del Popolo.

Con i suoi 70 ettari, la Polvese è invece la più estesa delle isole del Lago Trasimeno. L’area è di particolare interesse storico e naturalistico, per la presenza di una lecceta ad alto fusto, un oliveto secolare e un esteso canneto. Un sentiero lungo tutta la costa permette di fare il giro completo dell’isola, meta ideale per chi desidera una completa immersione nella natura.

trasimeno_isole

EXPERIENCE TRASIMENO

Grazie ad un progetto lanciato di recente, la Strada del Vino ha ritrovato quella che originariamente era la sua funzione, ovvero quella di Destination Management Organization, o più semplicemente un ruolo dedicato alla promozione territoriale attraverso nuova realtà chiamata Experience Trasimeno.

Il progetto parte dal territorio e della sua esplorazione: a piedi, in bici, a cavallo ci sono sentieri percorribili sia in autonomia sia con guide esperte, lo stesso vale anche per le vie d’acqua con attività di agripesca, noleggio barche et similia.

Un modo di vivere lento che permette di godere appieno delle attività, grazie anche all’aiuto delle ultime tecnologie, le quali semplificano la prenotazione delle esperienze che si ritrovano tutte nel palmo della propria mano.

 

Scopri il sito

e scarica la APP da Apple Store e Android